La soluzione non invasiva alla perdita dei capelli per uomo e donna. Risolvi il problema della calvizie in modo naturale ed efficace senza farmaci, trapianti o prodotti miracolosi di dubbia qualità.
Siamo presenti a Roma e nel Lazio
+39 393 369 8815
info@hairagain.it
Seguici

+39 393 369 8815

Centri in Lazio (Roma)

09:00 - 18:00

I miti da sfatare sugli impianti capillari

I miti da sfatare sugli impianti capillari

Gli impianti di infoltimento capillari sono quasi certamente la migliore soluzione alla caduta dei capelli attualmente disponibile in commercio. Perfetti per ogni tipo di esigenza, adatti a tutte le età, e disponibili sia per uomo che per donna, sono la risposta ideale alla calvizie: discreti, poco costosi, e non invasivi. A questo punto, giustamente, vi starete chiedendo “perché allora non li usano tutti se sono così convenienti?”

Beh, in realtà vorrei avere la palla di vetro per rispondere con esattezza a questa domanda e permettere a tutti di risolvere il problema della perdita dei capelli per sempre. Posso però svelarvi (e sfatare) alcuni dei miti sulle protesi di capelli che sento circolare più spesso e che, inutile dirlo, sono totalmente falsi.

1.      Fanno sentire caldo

Questo mito deriva, erroneamente, dall’idea che un impianto capillare e una parruca siano la stessa cosa. In effetti, indossando un classico parrucchino o una protesi di capelli antiquata, è facile che la cute della testa inizi a sudare perché si prova caldo, prurito e disagio. In realtà questo problema è stato completamente risolto dagli impianti più nuovi. Le protesi capillari moderne sono infatti ultrasottili, completamente traspiranti, e non vengono più sovraccaricate di uno strato spesso e folto di capelli artificiali. In ogni caso, una volta applicato correttamente, un impianto tricologico non è in alcun modo fastidioso, ma è anzi quasi impossibile da avvertire al contatto sulla pelle.

2.      Sono facilmente visibili e ridicole

Anche questo falso mito deriva dalle esperienze negative delle protesi più antiquate. I vecchi impianti facevano infatti uso di basi estremamente spesse di materiali ormai completamente obsoleti e riempiti di capelli artificiali spessi come travi. I moderni impianti tricologici sono realizzati con veri capelli umani, del tutto indistinguibili da quelli veri e sono straordinariamente discrete. La mano esperta dell’applicatore garantirà infatti l’invisibilità completa dell’impianto perfino ad un occhio allenato.

3.      Possono causare prurito e allergie

La corretta applicazione di una protesi capillare richiede l’uso di alcune colle o adesivi, che in alcuni casi possono causare fenomeni di irritazione o allergia nelle pelli più delicate. Proprio per evitare questo problema oggi si effettuano dei test pre-impianto con piccolissime dosi di queste colle, ed in caso di reazioni allergiche, si fa uso di altri collanti molto più delicati a base acquosa e completamente anallergici.

4.      Sono costose e richiedono manutenzione continua

Entrambe queste affermazioni sono false. E’ sufficiente apprendere le basi per una corretta gestione del proprio impianto di infoltimento di capelli per garantirne la massima durata e la minima spesa. Gestire una protesi di capelli oggi non è più difficile come un tempo, specialmente perché le protesi di Hair Again sono estremamente moderne ed offrono un eccellente compromesso tra semplicità d’uso, applicazione e manutenzione, e durata nel tempo.

Con un po’ di pratica, un impianto può durare tranquillamente fino a 3 mesi, con una spesa annuale assolutamente contenuta per qualsiasi budget. Grazie alla Riccardo’s Academy e ai nostri corsi online, inoltre, potrete diventare esperti nella gestione dei vostri impianti in men che non si dica.

No Comments

Post a Comment